Archivio del tag: volontari

Scrivere dell’altro, scrivere di sé

Elisabetta è arrivata in Vidas nel 2015, in modo schivo e timido, come nel suo carattere. Da qualche tempo frequenta il nostro Laboratorio di Narrazione, un corso che si tiene una volta al mese, durante il quale ci si raccontano storie ed emozioni di penna. È stata una bella scoperta: per molti lo scrivere è senz’altro […]


Tenere per mano chi sta per morire è un “inno alla vita”

Le parole di Mariarosa Lonzar, volontaria Vidas da 15 anni, sono la conferma di come tenere per mano chi sta per morire sia un “inno alla vita”. Ricordarci del valore del tempo e del limite del tempo che non conosciamo. Ognuno di noi lo declina a modo proprio ma è una lezione di vita che è la […]


Cosa significa essere referente dei volontari

Caterina ha accettato di candidarsi quale referente dei volontari Vidas con l’entusiasmo, l’energia e il sorriso con i quali affronta la vita. Oramai sono sei mesi che partecipa alle riunioni del consiglio e che porta la parola ed il pensiero dei volontari e qui ci racconta le prime impressioni del suo nuovo impegno. Cosa significa […]


Cogliere l’unicum in ogni incontro

Rita è una volontaria figlia del corso dell’anno passato e ha quasi concluso il suo tirocinio. Grazie alla sua disponibilità è attiva sia in hospice che a domicilio e dalle sue parole emerge la capacità di cogliere l’unicum in ogni incontro. Una lezione di vita che Vidas ci insegna quotidianamente e che non bisogna dare […]


Oggi il mio turno in Casa Vidas inizia alle 7

Quando siamo partiti a novembre 2014 con l’introduzione di un nuovo orario di presenza di volontari in degenza non speravo certo di ottenere una risposta così positiva. Il turno inizia alle 7 del mattino e ora ai vanta una task force di una decina di volontari che si alternano. Ecco il racconto di Paolo, storico […]


Le chiedo se abbia voglia di un caffè porgendole il braccio

Il percorso di malattia è una prova dolorosa e difficile per i pazienti e spesso ci si concentra su di loro dimenticando che è tutto il nucleo familiare che si “ammala”. Abbiamo visto mogli, mariti, figli, genitori arrivare alla fine di un lungo cammino distrutti non solo emotivamente ma anche fisicamente. Ed è qui che […]


La felicità sa di brioche ai frutti di bosco

Madame brioche, che grazia questo racconto fatto in punta di piedi da Stèphanie la stessa grazia con la quale la signora Antonia ha voluto congedarsi dalla sua Fanny. A volte ci si tiene per mano fino all’ultimo respiro, altre volte ci si lascia prima. Mi piace pensare che sono i nostri pazienti che decidono come […]


Un numero tatuato sul braccio destro, indelebile

Non è facile introdurre questo racconto, recapitatomi da Marino, nostro storico volontario, proprio alla vigilia del Giorno della Memoria. Ricordo quando, bambina, andai a Dachau con i miei genitori. Ero impreparata, se mai si può essere preparati, non volevo toccare nulla per paura d’essere risucchiata dal dolore e dall’orrore.  Da adulta, consapevole ma sempre impreparata, […]


“No me conformo”: il dolore di una madre

Quando due madri si incontrano….Marina volontaria, Marina mamma che incontra un’altra mamma venuta da lontano per essere vicina al figlio malato. Non c’è una lingua comune per facilitare la comunicazione ma come ci racconta Marina si può essere vicini in tanti modi. La malattia e il fine vita di una persona portano sempre sofferenza in […]


Grazie per avermi fatto ricordare un bellissimo periodo della mia vita

In salotto c’era un solo malato in carrozzina, il sig. Claudio, accompagnato da due amici, o forse compagni di lavoro. Ad una certa ora, rimasto solo, Claudio mi ha fatto capire di voler essere avvicinato.