Archivio della categoria: Racconti e pensieri

Le storie Vidas raccontate da operatori, volontari e testimoni di 30 anni di assistenza completa e gratuita ai malati terminali e attività di sensibilizzazione.

Tenere per mano chi sta per morire è un “inno alla vita”

Le parole di Mariarosa Lonzar, volontaria Vidas da 15 anni, sono la conferma di come tenere per mano chi sta per morire sia un “inno alla vita”. Ricordarci del valore del tempo e del limite del tempo che non conosciamo. Ognuno di noi lo declina a modo proprio ma è una lezione di vita che è la […]


Pet therapy a supporto delle cure palliative

Ricordo perfettamente quando quasi sei anni fa abbiamo iniziato questo cammino con Silvia e Milo della Maith e l’arca di Noè degli animali che sono venuti in casa Vidas. Il primo amore non si scorda mai e Moka e Toffy, i primi cani che abbiamo conosciuto, hanno un posto speciale nel nostro cuore e credo noi […]


Cosa significa essere referente dei volontari

Caterina ha accettato di candidarsi quale referente dei volontari Vidas con l’entusiasmo, l’energia e il sorriso con i quali affronta la vita. Oramai sono sei mesi che partecipa alle riunioni del consiglio e che porta la parola ed il pensiero dei volontari e qui ci racconta le prime impressioni del suo nuovo impegno. Cosa significa […]


Una originale strenna natalizia per i dipendenti

Il 21 dicembre scorso abbiamo ricevuto un regalo insolito ma tanto bello che abbiamo voluto condividerlo con voi. Sonia ce lo racconta in breve… Una originale strenna natalizia per i propri dipendenti, quella di Roberto Porta, dirigente della Schaeffler Italia S.r.l. Un incontro in Casa Vidas aperto ai lavoratori, senza particolari obiettivi, se non quello […]


Cogliere l’unicum in ogni incontro

Rita è una volontaria figlia del corso dell’anno passato e ha quasi concluso il suo tirocinio. Grazie alla sua disponibilità è attiva sia in hospice che a domicilio e dalle sue parole emerge la capacità di cogliere l’unicum in ogni incontro. Una lezione di vita che Vidas ci insegna quotidianamente e che non bisogna dare […]


Le 56 ore di dignità negata al signor Marcello C.

È accaduto nell’anno, non certo di grazia, 2016. Un uomo malato terminale è stato parcheggiato (proprio così) nel reparto di pronto soccorso dell’ospedale San Camillo di Roma per 56 ore, in una sala dove vengono tenuti i pazienti in codice giallo e verde, i meno gravi. Finché non è sopraggiunta la morte mentre i parenti […]


Davide il Drago

Le cure palliative pediatriche sono il corredato di un tempo della vita che non dovrebbe mai toccare a un bambino, il tratto finale – il periodo subito dopo il quale non c’è più niente. Così inizia la chiacchierata con Michele Grillo, conosciuto in veste di presidente dell’associazione Davide il Drago, nata dopo la perdita di […]


L’invecchiamento è una malattia?

In seconda elementare i miei figli hanno studiato una semplice verità, che probabilmente nel corso del tempo tendiamo a dimenticare: siamo esseri viventi. E gli essere viventi hanno un ciclo vitale: nascono, si nutrono, crescono, si riproducono e muoiono. Diciamo che di questo ci piace tutto tranne l’ultima parte. La corsa a non invecchiare mai […]


21 luglio 2006: il primo giorno dell’hospice

Il 21 luglio resterà per noi e per voi, nostri cari e fedeli accompagnatori, una data storica, indimenticabile: l’hospice ha cominciato ad esistere. Lo hanno fatto vivere i primi malati. Una nascita, lo sapete, tante volte annunciata, ma un inizio tanto bello ed originale proprio nessuno se lo sarebbe immaginato. Ve lo raccontiamo così, come […]


Quanto ci hai insegnato, Sara

Sara è stata una delle prime piccole creature arrivate bisognose delle nostre cure da quando la Signora Cavazzoni annunciò il progetto della Casa Sollievo Bimbi. L’incontrarla, per noi, ha avuto un significato ancor più forte, se possibile. Una prima creatura consapevole lei stessa, questo il tratto più deciso. Quanto ci ha insegnato, con la sua […]