Archivio della categoria: Racconti e pensieri

Le storie Vidas raccontate da operatori, volontari e testimoni di 30 anni di assistenza completa e gratuita ai malati terminali e attività di sensibilizzazione.

Un buon bicchiere di vino

Per una persona gravemente malata, un peccato di gola, un piatto sfizioso o del buon vino diventano modi speciali che aiutano a sentirsi a casa. Per questo motivo abbiamo deciso di costruire una cucina in Casa Vidas, a disposizione dei malati e dei loro famigliari (clicca qui). E, come racconta la nostra fondatrice, Giovanna Cavazzoni, proprio con un […]


Scrivere dell’altro, scrivere di sé

Elisabetta è arrivata in Vidas nel 2015, in modo schivo e timido, come nel suo carattere. Da qualche tempo frequenta il nostro Laboratorio di Narrazione, un corso che si tiene una volta al mese, durante il quale ci si raccontano storie ed emozioni di penna. È stata una bella scoperta: per molti lo scrivere è senz’altro […]


Un supplemento d’anima per il piccolo Charlie

La vicenda del piccolo Charlie Gard ha occupato per giorni le pagine dei quotidiani e alimentato un lungo dibattito sui social network: chi è padrone di una vita, tanto più se essa sta per spegnersi quando ancora non s’è affacciata a un’esistenza sensibile? Quando si può parlare di tramonto naturale, come chiedono i credenti, entro […]


Una domenica in Casa Vidas con la musica di Officine Buone

Con la loro energia e il loro generoso entusiasmo, gli artisti di Officine Buone, onlus che regala musica negli ospedali e nelle case di cura, sono stati in grado di coinvolgere e intrattenere i nostri ospiti, trasformando per un momento Casa Vidas in una piccola sala concerto. La soddisfazione generale per la loro attività è testimoniata anche […]


“Nessun malato viene lasciato solo, mai”

Ecco quello che ci ha scritto la nostra infermiera a domicilio. Le sue parole, l’affetto e il calore che emergono da ogni riga dimostrano quanto le persone contino più della malattia. Ogni paziente, con la sua sensibilità e la sua sofferenza, è sempre al centro delle cure, delle attenzioni e dell’affetto di tutti noi di Vidas […]


Bio testamento: un’aula piena e l’altra triste e vuota

Ho due immagini che non riesco a cancellare dalla memoria. Evidentemente il mio sistema operativo, impropriamente chiamato cervello, fa le bizze. La prima è di poche sere fa, nella bella sede del centro congressi della Fondazione Cariplo di Milano. L’altra immagine, speculare, la offre la casa di tutti gli italiani, l’aula di Montecitorio. Andiamo con ordine.


Alle donne che tutti i giorni mi insegnano qualcosa

M aveva una cascata di ricci color oro come era il suo cuore. A aveva 19 anni e lentamente con calcolata ossessione ha distrutto il suo corpo di donna forse per rendersi invisibile in un mondo che non voleva più. I ha perso il marito giovane, donna nel pieno della vita, sta crescendo i suoi […]


Tenere per mano chi sta per morire è un “inno alla vita”

Le parole di Mariarosa Lonzar, volontaria Vidas da 15 anni, sono la conferma di come tenere per mano chi sta per morire sia un “inno alla vita”. Ricordarci del valore del tempo e del limite del tempo che non conosciamo. Ognuno di noi lo declina a modo proprio ma è una lezione di vita che è la […]


Pet therapy a supporto delle cure palliative

Ricordo perfettamente quando quasi sei anni fa abbiamo iniziato questo cammino con Silvia e Milo della Maith e l’arca di Noè degli animali che sono venuti in casa Vidas. Il primo amore non si scorda mai e Moka e Toffy, i primi cani che abbiamo conosciuto, hanno un posto speciale nel nostro cuore e credo noi […]


Cosa significa essere referente dei volontari

Caterina ha accettato di candidarsi quale referente dei volontari Vidas con l’entusiasmo, l’energia e il sorriso con i quali affronta la vita. Oramai sono sei mesi che partecipa alle riunioni del consiglio e che porta la parola ed il pensiero dei volontari e qui ci racconta le prime impressioni del suo nuovo impegno. Cosa significa […]