Archivio della categoria: Cultura

Un’intensa attività culturale affianca quella assistenziale per sensibilizzare un pubblico sempre più vasto alla filosofia ispiratrice di Vidas. Momenti di riflessione e confronto che negli anni, iniziando da temi più specifici legati alla malattia, si sono aperti a tematiche esistenziali e sociali. Riproporremo alcune di queste tematiche utilizzando anche spunti provenienti dall’arte, dalla letteratura e dal cinema.

Momcilo Jankovic: il dottor sorriso, i suoi pazienti e il vero valore sulla vita

Jacopo, Ivan, Francesca, Antonella, Sofia, Stefania, Alessio, Serena e poi Clementina e Maria Letizia: il libro Ne vale sempre la pena. Il dottor sorriso, i suoi pazienti e il vero valore della vita è una meravigliosa galleria di storie, volti, racconti di tanto tanto coraggio, d’amore infinito, ma anche di tanta sofferenza. Sono i piccoli e più grandi pazienti […]


A Tuttavita con San Martino

La nebbia agli irti colli piovigginando sale e sotto il maestrale urla e biancheggia il mar… Alzi la mano chi era un giovinetto negli Anni Cinquanta e non ha imparato a memoria il San Martino del Carducci. A quel tempo erano in pochi a sapere della storia del mantello, il pallium che ha dato il […]


Il tempo senza tempo della passione etica di Marco Manzoni

Il nostro caro amico Marco Manzoni non ce ne vorrà se sveliamo il contenuto della dedica a Vidas del suo nuovo libro Il tempo senza tempo della passione etica che riassume trent’anni di progetti culturali e scientifici a Milano sotto le insegne di Studio Oikos, che verrà presentato lunedì 29 ottobre, alle ore 20.30, al Teatro […]


Gianfranco Piacentini, “l’amico dei pensieri”

Il 27 luglio 2008 moriva nell’hospice di via Ojetti Gianfranco Piacentini, fine umanista, letterato, compagno per un lungo tratto di vita di Giovanna Cavazzoni e con lei socio fondatore di Vidas. Scrisse Giovanna in quei giorni: “Dopo 26 anni ho perso l’amico dei pensieri, ma anche se la nostra storia è stata interrotta, quel capitale […]


Basta provarci, il coraggio e l’esempio di Stephen Hawking

È morto a 76 anni Stephen Hawking. Il celebre astrofisico, che ha studiato le origini dell’universo, era malato di SLA fin da quando era poco più che ventenne. Perché ricordarlo in questo blog? Che altro potremmo aggiungere di significativo su colui che ci ha stupito, commosso, divertito, raccontando, con infinita sapienza narrativa, i buchi neri, […]


“Milano è donna”, il libro che aiuta Casa Sollievo Bimbi

Scorrono veloci volti, sentimenti, vittorie, sconfitte, speranze, impegno, costanza fatica, sì scorrono veloci ma non meno intensi forti nelle storie di donne che, con ruoli e competenze diverse, hanno contribuito a rendere grande Milano. Non c’è clamore, non c’è ricerca di protagonismo, ma c’è tanta vita vissuta nello svolgere il proprio dovere piccolo o grande […]


Mozart14, che tu sia la benvenuta

Shalom Mozart14, che tu sia la benvenuta a Milano. Parola di Vidas, che ha fatto della musica la sua compagna ideale nel lungo percorso dedicato ai malati terminali, un filo rosso lungo ormai quasi 36 anni. E Shalom alla presidente di Mozart14, Alessandra Abbado, che da anni sostiene le iniziative avviate in ambito sociale ed […]


I bisogni di relazione dei bambini e le fortezze della medicina

Capita che nel bel mezzo di un dialogo sulla relazione tra medico e bambino, organizzato dalla Fondazione Giancarlo Quarta (un rinnovato grazie alla presidente Lucia Giudetti per il suo instancabile impegno), spunti tra le diapositive di illustrazione una vignetta di Altan, uno dei maestri della satira fulminante. Il bimbo si rivolge a papà: “Mi racconti […]


L’ospite più atteso

Lei non lo sa, ma quello spasmo rapido e furtivo ha siglato l’esperienza che trasforma una ragazza in donna e una donna in madre. […] In verità di essere «in dolce attesa», come scrivono i giornali femminili, lo sapeva ormai da mesi. Ma è sul tram numero 28, in un giorno di novembre, che il […]


Fine vita e alleanza tra medico e paziente

L’intervento di Enzo Bianchi su la Repubblica di martedì 21 febbraio sottolinea la “necessità e urgenza che ai cittadini sia consentito di redigere un testamento biologico […] che precisi le condizioni auspicate per il proprio fine vita”.