Pensieri niente affatto oziosi in sella alla vespa rossa

Monica, la nostra coordinatrice dei volontari in hospice, ci ha mandato queste righe che sono un inno al valore della vita e al lavoro collettivo. Eccole, con una premessa: a noi hanno procurato gioia.

Dieci giorni di vacanza , relax, pensieri  leggeri, il lavoro lasciato a casa. Torno però sempre con piacere al lavoro ed anche questa volta mi rendo conto che sto cantando in sella alla mia Vespa rossa. Ai più sembriamo quantomeno “strani” noi che lavoriamo in casa Vidas e che amiamo il nostro lavoro e ne traiamo energia positiva.

Salgo al piano della degenza salutando tutti i colleghi che incrocio e poi vado alla ricerca del raccoglitore dei volontari dove, quando non sono presente, si accumulano fogli su fogli. Ogni giorno, specialmente in agosto, venti nomi e cognomi di malati si ripetono per giorni, altri sono meteore. Sono lì, abbronzata e sana fino a prova contraria, colpita dal susseguirsi di vite che non ci sono più e che non ho neppure incrociato. Ed è allora, a tradimento, che la contabilità di un numero oramai imprecisato di addii mi soffoca e mi ricorda che non sono un automa e che stare nella e con la sofferenza si deve e si può solo grazie al fatto che siamo un gruppo e quando per me è troppo ci sono i colleghi e i volontari che mi accolgono. Anche questo è il significato di lavorare in équipe e di prestare cure palliative.


Giuseppe

Mi chiamo Giuseppe Ceretti e ho fatto il giornalista per 40anni. Ho fatto, ma a dire il vero faccio, perché se ami questo mestiere non smetti mai. Potevo scrivere libri, ma poi mi sono chiesto se avevo davvero qualcosa di importante da dire. Risposta: no. Il sì’ l’ho invece detto all’amica Giovanna che mi ha chiesto se volevo diventare un volontario della penna per Vidas. Perché sì? Perché avevo qualcosa da dare a chi è solo e soffre. E poi a Giovanna, meglio alla signora Cavazzoni, non si può dire no. E se capiterà vi spiegherò la ragione.

Lascia un commento

Questo spazio è a disposizione di tutti per dare il proprio contributo al dibattito con riflessioni, pensieri, domande. Se sei un nuovo utente leggi la policy e ricorda che il tuo primo commento verrà rivisto dagli amministratori prima di essere pubblicato.


*obbligatorio