Un’esperienza per crescere e per apprezzare la vita

Con i tirocini dell’alternanza scuola-lavoro (di cui vi abbiamo raccontato anche nell’ultimo numero del nostro Notiziario) in questi mesi abbiamo avuto modo di incontrare, scoprire e conoscere ragazze e ragazzi volenterosi, curiosi e sensibili. Un’esperienza di grande arricchimento reciproco della quale siamo riconoscenti.

Studenti

Tre studenti del Liceo Vittorini hanno voluto lasciare testimonianza, nel nostro “libro delle dediche”,  del loro vissuto in Casa Vidas la scorsa settimana, parole che accogliamo con gioia e che vogliamo condividere.

È molto bello vedere tutte le persone che fanno parte di Vidas sorridenti e sempre con voglia di fare.
Si vede che queste persone amano il proprio lavoro.
Tutto il processo in sé è qualcosa di fantastico, perché poteva sembrare utopico, ma è stato realizzato veramente.
Grazie per avermi fatto conoscere questo mondo.
Davide

 

Ringrazio di cuore tutti i volontari e gli operatori di Casa Vidas che ci hanno accompagnati alla scoperta di una realtà importante come questa.
Torno a casa con un bagaglio di ricchezza e tanta voglia di vivere.
Francesca

 

Sono una studentessa del Liceo Vittorini.
Ringrazio Vidas per aver permesso a me e agli altri miei coetanei di poter fare una esperienza di vita come questa. Un’esperienza che ci fa crescere e che insegna a tutti ad apprezzare la vita.
Grazie di cuore
Iris


Raffaella

Amo il silenzio, soprattutto di prima mattina, e le persone che riflettono prima di parlare. Amo il cioccolato e le torte senza panna. Leggo di tutto. Sono mamma di due ragazzacci. Odio le palestre e amo la bicicletta, adoro nuotare, viaggiare. Sono antropologa, per qualifica e per passione. In Vidas mi occupo di comunicazione e cultura.

2 commenti

  1. sergio pedrotti dell'acqua:

    nei loro commenti tre volte viene citata la ‘vita’ e il ‘vivere’: mai nessuna volta la ‘morte’ che peraltro sicuramente questi ragazzi hanno incontrato aggirandosi per l’hospice :
    forse vuol dire che hanno capito che la morte fa parte della vita ?
    a parere mio , è un buon risultato anche questo … !
    bravi tutti , anche chi ha avuto l’idea di questa attività e chi l’ha supportata !
    e buona serata

  2. raffaella:

    Il primo grazie va a voi volontari tutti che sapete trasmettere la vita. Credo che la gioia, la soddisfazione e la conferma che i nostri giovani sono sensibili, attenti e spesso molto più aperti di noi adulti sia la più grande soddisfazione.
    Grazie Sergio per la tua testimonianza.

Lascia un commento

Questo spazio è a disposizione di tutti per dare il proprio contributo al dibattito con riflessioni, pensieri, domande. Se sei un nuovo utente leggi la policy e ricorda che il tuo primo commento verrà rivisto dagli amministratori prima di essere pubblicato.


*obbligatorio