Vidas apre all’assistenza ai minori e alle loro famiglie

Il Presidente di Fondazione Mario Usellini conclude la sua lettera a Giovanna Cavazzoni raccontando – dopo la nascita e la crescita dal primo anno –  l’ultima tappa del percorso condiviso: Vidas apre all’assistenza ai minori e alle loro famiglie, altro grande sogno della nostra fondatrice.

Giovanna Cavazzoni dialoga con Mario Usellini

Cara instancabile Giovanna. Due anni fa, dopo aver maturato, con i nostri meravigliosi medici, infermieri, OSS e volontari, guidati da Giada Lonati, direttore socio-sanitario e Barbara Rizzi, direttore del Centro Studi e Formazione, esperienze di assistenza a malati terminali in età pediatrica, e constato il vuoto di assistenza per questi piccoli pazienti, proponi di costruire, nell’area non ancora utilizzata a lato di Casa Vidas, un padiglione per la assistenza ai minori e alle loro famiglie.

Vidas inizia il percorso per la costruzione del nuovo padiglione che decidi di chiamare “Casa Sollievo Bimbi”. Il 24 marzo 2015 presentiamo il progetto al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Il 16 giugno 2015 depositiamo l’istanza per la costruzione, e il 10 maggio 2016 viene stipulata con il Comune di Milano la convenzione per la costruzione del nuovo padiglione destinato alla assistenza a malati terminali in età pediatrica.

Tanti sono stati i momenti di attenzione ricevuti da Vidas, da parte di privati e da Enti pubblici, che ci hanno sostenuto in questo lungo percorso e che, sono sicuro, continueranno a sostenerci. Credo sia giusto ricordare e ringraziare, unitamente ai grandi benefattori, i tantissimi sostenitori che ogni anno si ricordano di noi destinando a Vidas il loro 5 per mille, 31.404 nell’ultimo anno, a cui va la gratitudine dei malati assistiti e delle loro famiglie.

Cara Giovanna eravamo ospiti nel palco reale il 30 ottobre 2012. Voglio ricordare l’ultimo concerto tenuto alla Scala di Milano da Claudio Abbado, e da lui dedicato, come altre volte, a Vidas, quale testimonianza di una condivisione e di una adesione alla ricerca del bene che si può offrire al nostro prossimo.

Un anno fa, a febbraio, quasi guidata da un presentimento, mi chiedi di parlarci riservatamente. Dal 1995 sono passati venti anni dalla tua nomina a Presidente della Associazione e mi confidi il tuo desiderio/decisione di passare la mano, di prenderti uno spazio di vita tuo (stai scrivendo un libro con la storia della tua vita). Hai una proposta da farmi e mi chiedi di condividerla. Pensi che la persona più indicata a succederti sia Ferruccio de Bortoli, da diversi anni assiduo Consigliere di Vidas. Pur tenendo conto delle ragioni espresse, cerco di dissuaderti dall’abbandonare prima della scadenza il tuo ruolo, ma la tua decisione è presa e nel prenderne atto esprimo la mia gioia augurandomi di poter contare sulla disponibilità di de Bortoli. Riuniamo il Consiglio Direttivo e il 31 marzo 2015 ti dimetti e Ferruccio de Bortoli è il nuovo Presidente, eletto alla unanimità, della Associazione Vidas.
Il tuo, Giovanna, è stato, come in altre occasioni, un atto di grande generosità offerto a Vidas.

Oggi non ci sei cara Giovanna. Non sei qui con noi. Ma continuerai sempre ad esserci perché le regole severe che hai voluto e che abbiamo condiviso, che sono la forza di Vidas, continueranno a guidare la nostra attività di assistenza ai sofferenti, rispettosa di tutte le diversità, ma laica ed aconfessionale.

È stato bello vivere con te questa esperienza di una vita. Ti abbraccio forte forte Giovanna.
Mario

 


Raffaella

Amo il silenzio, soprattutto di prima mattina, e le persone che riflettono prima di parlare. Amo il cioccolato e le torte senza panna. Leggo di tutto. Sono mamma di due ragazzacci. Odio le palestre e amo la bicicletta, adoro nuotare, viaggiare. Sono antropologa, per qualifica e per passione. In Vidas mi occupo di comunicazione e cultura.

Lascia un commento

Questo spazio è a disposizione di tutti per dare il proprio contributo al dibattito con riflessioni, pensieri, domande. Se sei un nuovo utente leggi la policy e ricorda che il tuo primo commento verrà rivisto dagli amministratori prima di essere pubblicato.


*obbligatorio