Otto anni in Casa Vidas

E sono otto! Otto anni compiuti di attività in Casa Vidas… e un nuovo ciclo prende il via. Dall’infanzia alla fanciullezza, si potrebbe dire.

Se guardo indietro mi accorgo che di strada ne abbiamo fatta tanta, accanto a tutte le persone che hanno visitato la nostra Casa e ci hanno aiutato a farla vivere.

Birthday candle, Downpatrick, County Down, Northern Ireland, July 2010 by Ardfern

Tanti volti, quelli dei pazienti, a volte segnati dalla sofferenza a volte sorridenti ma comunque sempre capaci di trasmettere emozioni e farci interrogare sulle cose ultime della vita. Tante storie, quelle dei pazienti e dei loro familiari, talvolta timidi e riservati quasi da passare inosservati talvolta invece tanto vivaci da farsi sentire a ogni ora del giorno e della notte.

Ma accanto a loro, oggi la memoria si riaccende sui momenti di condivisione che abbiamo vissuto in Casa Vidas e di cui talvolta siamo riusciti a dare eco sul nostro blog…

…i tanti corsi di formazione che hanno permesso di condividere la passione e il sapere delle cure palliative con altri professionisti che a loro volta si occupano di terminalità e di fragilità…
…i numerosi tirocinanti che hanno vissuto accanto ai professionisti Vidas per una giornata, una settimana, un mese…
…gli eventi straordinari come la ventata di energia portata da Giovanni Allevi o da Dario Fo in una fredda serata di cinque anni fa fino alla magia del coro delle voci bianche creata alla vigilia dell’ultimo Natale…
…i pet therapists che hanno iniziato a frequentare la degenza con un po’ di titubanza e che ora sono diventati un momento irrinunciabile per pazienti, familiari e operatori…
…gli incontri di medicina narrativa che ci hanno permesso di rivivere e condividere tante emozioni…

L’elenco è troppo lungo per poterlo completare qui… sono sicura che leggendo queste poche righe qualcuno di voi vorrà aggiungere ricordi! E io sarò ben lieta di leggerli.

La vita, in Casa Vidas, infatti è possibile ogni giorno grazie al contributo di tanti: i volontari che – sempre presenti – si affiancano agli operatori in turno per rendere le giornate dei pazienti meno noiose, i professionisti che con tanta passione cercano di dare sempre il meglio di se stessi per migliorare là dove possibile e come possibile la qualità di vita dei pazienti ricoverati, tutti coloro che facendo parte della grande famiglia Vidas si adoperano ogni giorno perché l’assistenza possa realizzarsi (amministrativi, impiegati, informatici, ecc.) e infine, ma non ultimi, tutti coloro che credendo nella nostra mission ci sostengono incessantemente ovvero i nostri donatori. A tutti loro e quindi a tutti noi, rivolgo gli auguri nel ricordo dei primi 8 anni di attività nella certezza che insieme potremo fare ancora molto!


Barbara

Barbara Rizzi: figlia, sorella, amica, moglie, madre e… medico palliativista di professione. Direttore Scientifico del CSF (Centro Studi e Formazione) Vidas dove lavoro dal 2001. Amo il silenzio, il profumo dell’erba appena tagliata, leggere, scrivere, passeggiare in montagna. Preferenze: piatto, pizzoccheri alla valtellinese; sport, pallavolo; colore, blu.

Lascia un commento

Questo spazio è a disposizione di tutti per dare il proprio contributo al dibattito con riflessioni, pensieri, domande. Se sei un nuovo utente leggi la policy e ricorda che il tuo primo commento verrà rivisto dagli amministratori prima di essere pubblicato.


*obbligatorio