Federazione Cure Palliative: insieme possiamo fare di più

Elena Delbò lavora in Federazione Cure Palliative da circa 6 mesi, si occupa della comunicazione e segue un bellissimo progetto dedicato alle famiglie dei malati inguaribili. Le ho chiesto di raccontarci il mondo della Federazione, a seguito anche della recente elezione in consiglio del nostro segretario generale Giorgio Trojsi, e lei ha aderito subito con grande entusiasmo, come dimostrano le sue parole introduttive.

logoFCP

Grazie Elena e benvenuta nel nostro blog!

Conoscevo questo mondo solo in modo superficiale e devo dire che la scoperta è stata rivoluzionaria, per smontare paure e costruire consapevolezze: il mondo delle cure palliative è un inno alla vita e trovo che sarebbe utile che tutti vi si avvicinassero, anche senza averne bisogno immediato, come stimolo a riflettere sulle priorità della propria esistenza!”

La Federazione Cure Palliative è un Organismo di secondo livello, i suoi Soci non sono quindi persone fisiche ma Organizzazioni Non Profit, impegnate a promuovere o a erogare cure palliative. Fondata nel 1999 da 22 ONP la Federazione ne coordina oggi 76, distribuite su tutto il territorio nazionale: alcune erogano cure domiciliari e/o gestiscono hospice, altre hanno una connotazione squisitamente di volontariato; alcune sono grandi, strutturate e vantano esperienze venti-trentennali, altre sono piccole ma non meno preziose sul loro territorio. Anche le ragioni sociali sono fortemente differenziate: Associazioni, Cooperative Sociali, Fondazioni… La Federazione Cure Palliative rappresenta così un buon esempio di aggregazione e sinergia di forze diverse finalizzate al raggiungimento di obiettivi comuni.
I motivi che spingono Organizzazioni così diverse fra loro a confederarsi nella FCP sono il desiderio di fare rete, di superare il rischio di autoreferenzialità e, tramite la FCP di saper guardare oltre, collocandosi in una dimensione regionale, nazionale ed europea. Si tratta di un’opportunità di condividere conoscenze, esperienza, bisogni, fragilità in un welfare che sta cambiando velocemente. Perché come dice uno slogan della Federazione vecchio ma sempre valido: insieme possiamo fare di più.
L’aquila può certamente insegnare al pulcino a volare ma non è detto che il pulcino, agile e creativo, non possa essere utile all’aquila.
Vidas si è associata alla Federazione nel 2011, in tempi quindi abbastanza recenti, ma ha già contribuito alla realizzazione di alcuni progetti importanti: il core curriculum del volontario, la ricerca sui bisogni delle famiglie e sull’attività dei volontari, l’indagine sulle attività diversionali, tuttora in corso.
Con l’elezione a consigliere di Giorgio Trojsi, storica figura da 25 anni fieramente al servizio della sua Associazione, in occasione dell’Assemblea dei Soci FCP dello scorso 23 maggio, Vidas è entrata a far parte del nuovo Consiglio Direttivo della Federazione.
Il nuovo Direttivo non si è ancora riunito ma la presenza di 4 consiglieri della passata gestione garantisce la continuità di alcuni progetti intrapresi, come la formazione nelle scuole sul tema della perdita e la realizzazione di un portale interamente dedicato alle famiglie che assistono un malato inguaribile a casa.
La presenza di Associazioni che hanno competenze molto specifiche (SLA, cure pediatriche, formazione, promozione) e rappresentanze regionali differenziate (non solo Nord) per una più chiara visione della realtà italiana, fanno prevedere grandi opportunità per la Federazione sia dal punto di vista dello sviluppo del suo radicamento sul territorio, sia per il portato di competenze in grado di garantirle ancora maggiore autorevolezza.


Raffaella

Amo il silenzio, soprattutto di prima mattina, e le persone che riflettono prima di parlare. Amo il cioccolato e le torte senza panna. Leggo di tutto. Sono mamma di due ragazzacci. Odio le palestre e amo la bicicletta, adoro nuotare, viaggiare. Sono antropologa, per qualifica e per passione. In Vidas mi occupo di comunicazione e cultura.

1 commento

  1. alessandra:

    Che bella presentazione essenziale, chiara e semplice della Federazione delle Cure Palliative Elena, grazie

Lascia un commento

Questo spazio è a disposizione di tutti per dare il proprio contributo al dibattito con riflessioni, pensieri, domande. Se sei un nuovo utente leggi la policy e ricorda che il tuo primo commento verrà rivisto dagli amministratori prima di essere pubblicato.


*obbligatorio