Con leggerezza scoprirsi in profondità: il laboratorio teatrale

Un momento del laboratorio teatrale dei volontari

Ciao a tutti. Sono Roberta, lavoro in Vidas a fianco dei volontari per affiancarli nel loro cammino con proposte formative che li aiutino a camminare sui carboni ardenti senza bruciarsi . Mi è stato chiesto di scrivere qualcosa sul laboratorio teatrale appena conclusosi …. quali parole migliori potrei trovare di quelle di Marco e Lia, i due splendidi conduttori-attori-registi che ci hanno accompagnato? Ve le riporto qui sotto insieme a quelle della nostra volontaria Mariagrazia che ha partecipato.

Marco scrive:

Pochi giorni fa si è concluso un laboratorio che Campo Teatrale, in collaborazione con la vulcanica Roberta Brugnoli, ha ideato per i volontari di Vidas. Io è Lia, che abbiamo condotto il percorso, siamo così pieni di soddisfazione che ci mancano le parole.

Un laboratorio teatrale è sempre una splendida occasione di incontro. E di scambio. Scambio di esperienze, scambio di prospettive, scambio di sguardi. Occhi negli occhi. Siamo partiti da lì. Camminando passo passo per esplorare territori a volte sconosciuti, a volte inesplorati o non fino in fondo esplorati: l’ascolto, la fiducia, la creatività, il rispetto, la disponibilità, l’accoglienza, la cura. Parole potenti che racchiudono mondi sconfinati e vastissimi: la coscienza di sé, la relazione con l’altro, le dinamiche di gruppo. Mondi così vasti che rischiano di spaventare quando ci si immerge. Ma l’importante, credo, è iniziare giocando. Un sorriso, una risata, la sensazione che in teatro tutto è possibile… E, con leggerezza, scoprirsi in profondità.

In bocca al lupo a tutti! Sono certo che ci incontreremo prestissimo. Con affetto.

Lia mi lascia una poesia che avrebbe voluto stampare per i baldi giovani partecipanti che, a suo dire, nel mondo dei “lupi” fa ben sperare…

…Che si avverino i loro desideri
che possano crederci
e che possano ridere delle loro passioni.
Perchè ciò che chiamiamo passione
è solo atrito fra l’animo e il mondo esterno.
E soprattutto che possano credere
in loro stessi e che diventino indifesi come bambini.
Perchè la debolezza è potenza
e la forza è niente.
Quando l’uomo nasce è debole e duttile,
quando muore è forte  e rigido,così come l’albero
mentre cresce è tenero e flessibile
e quando è duro e secco..muore.
Rigidità e forza sono compagni della morte..
Debolezza e flessibilità la freschezza dell’esistenza..
Ciò che si è irrigidito non vincerà.

A.Tarkovskj

… e un pensiero sul laboratorio:

Quanta fatica e quanta bellezza vivere intensamente l’incontro con l’altro… sostenere uno sguardo, accettare il silenzio, ridere, stupirsi, lasciarsi accompagnare da una mano certa, accogliere un abbraccio, una carezza, fidarsi…

Lo spazio muta, si trasforma, diventa il luogo dove tutto questo è possibile… senza giudizio, in piena libertà e semplicità…

Chiudo gli occhi… spalanco le braccia e…. il mondo dei volontari e amici Vidas entra in me….

Infine, la “nostra” Mariagrazia:

Cara Roberta,
desidero ringraziare te -e attraverso te Vidas- per il laboratorio teatrale conclusosi venerdì.
È stata un’esperienza molto ricca e molto utile come momento di riflessione sull’attività che svolgo per Vidas e in generale su me stessa.
Non è la prima volta che ci vengono messi a disposizione strumenti efficaci, ma la particolarità di questo mi fa dire che la scelta non è stata solo originale, ma addirittura “geniale”.
Dell’efficacia come strumento di team building non serve dilungarsi perché va da sè, ma anche qui: bellissimo!

Spero che si possa proseguire in questa direzione e, come spesso si è accennato, sarei molto contenta se fosse possibile coinvolgere gli operatori come è successo una volta in passato.

Che altro dire? Mi sembra che abbiamo centrato nel segno, no? Una proposta che sembrava in prima battuta un po’ slegata dalla nostra attività di volontariato, si è rivelata così emotivamente calzante. Ho frequentato con entusiasmo il laboratorio a fianco di Lia, Marco e dei volontari e mi sono lasciata condurre nel clima e ciò che ho colto è stato: “con leggerezza, scoprirsi in profondità”.


Robertab

Sono Roberta, tre figli, due cani pimpanti, un marito veterinario. Sono un’entusiasta della vita e ho tanti interessi; quando posso, amo camminare nella natura in compagnia della mia famiglia. Amo il verde in tutte le sue sfumature. Dicono che mi vesto sempre in modo colorato e stravagante, di sicuro non in modo classico. Da anni lavoro al fianco dei volontari Vidas come responsabile della formazione, e la passione del primo momento non mi ha ancora abbandonato. E se è vero che la passione è qualcosa di positivamente contagioso, sono contenta di leggerla nei sorrisi e nell’entusiasmo dei “miei “ volontari. Insegno, ma anche imparo ogni giorno!

5 commenti

  1. Valentino:

    Grazie Roby per l’esperienza che ci hai fatto vivere, da sempre apprezzo il tuo entusiasmo nel proporre iniziative, nel coinvolgere i volontari in percorsi nuovi, nel farci provare tante emozioni che probabimente sono nascoste dentro di noi e aspettano solo di venir fuori.
    Da sempre entusiasta per le tue proposte non mi hai deluso nemmeno questa volta, ma ne ero certo! Aspetto ansiosamente di continuare il percorso iniziato, La tua passione è anche la mia! Ti abbraccio come sempre!

  2. Robertab:

    caro Valentino, troppo buono! per fortuna siamo favorevolmente e reciprocamente contagiati dalla stessa passione…. per i nostri malati! passione con parismonia, però, come dico sempre; dalla pancia si filtra attraverso il cervello, per evitare che l’esplosione li travolga
    ti abbraccio

  3. Valentino:

    Ma io già così cerco di contenermi, vedrò di metterci un po’ più di impegno a riguardo, spero di riuscirci, però sai che la mia spontaneità alla fine vince sempre e prima o poi vien fuori!
    A presto, anzi prestissimo!

  4. Paolo:

    Un’esperienza bella, creativa che ti lascia nel cuore la soddisfazione di aver scoperto qualche cosa di te stesso anche dopo una lunga vita. Un invito a proseguire nella ricerca di momenti di formazione nuovi, coinvolgenti e soprattutto piacevoli. Grazie a Roberta per aver perseguito l’obbiettivo che all’inizio sembrava difficile da realizzare. La determinazione e l’impegno sono stati premiati

  5. Robertab:

    Sono lusingata di poter lavorare con persone così belle come voi, cari volontari! grazie!

Lascia un commento

Questo spazio è a disposizione di tutti per dare il proprio contributo al dibattito con riflessioni, pensieri, domande. Se sei un nuovo utente leggi la policy e ricorda che il tuo primo commento verrà rivisto dagli amministratori prima di essere pubblicato.


*obbligatorio